destiny

Destiny: esce oggi il videogioco dell’anno

Altro che GTA, altro che FIFA. Il videogioco dell’anno potrebbe essere Destiny. Anzi, potrebbe essere il videogioco di più anni perché si tratta di uno di quei titoli che non finiscono mai. Letteralmente. Destiny è il nuovo prodotto di Bungie e Activision uscito ufficialmente oggi, anche se c’è chi giura che i server erano attivi già da ieri con qualche utente che ne ha approfittato per fare esperienza più e prima degli altri. Si tratta di uno sparatutto a tema fantascientifico, e fino qui nulla di nuovo all’orizzonte. Ma allora cosa fa di Destiny un titolo così atteso?

Ci sono due aspetti di Destiny che fanno di questo titolo un gioco così speciale: la longevità ed il multiplayer. La longevità è dovuta al fatto che, oltre ad essere molto ampio (il mondo di Destiny è stimato in circa 64 mila chilometri quadrati, suddivisi su più pianeti), ha anche la possibilità di essere costantemente aggiornato dagli sviluppatori. Non usciranno infatti dei Destiny 2, 3 e così via ma Bungie ha promesso che continuerà ad aggiornare questa versione, rendendola sempre nuova con l’aggiunta di nuove mappe e pianeti. Inoltre, anche volendo tentare di finire la campagna di base, secondo gli sviluppatori ci vorranno decine di ore, forse un centinaio, e la collaborazione di altri utenti perché altrimenti da soli non ce la si fa.

E poi il multiplayer. Destiny mette il mondo in condivisione con altri utenti, un qualcosa che per gli utenti PC non è del tutto nuova, lo è un po’ di più per quelli delle console.


Solo che su console nei multiplayer di solito si condividono mappe piccole con un numero di utenti limitati. Il primo a violare questa regola è stato quest’anno GTA Online, la versione multiplayer di GTA 5, ma con Destiny si raggiungeranno su console livelli che finora si potevano raggiungere solo su PC. Con gli altri utenti si potrà interagire o si potranno tranquillamente ignorare, ma l’impressione è che non ci si senta mai soli.

Destiny esce oggi su PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360 e Xbox One, ma non è escluso che nei prossimi mesi verrà rilasciata anche una versione per PC. Non poteva mancare qualche numero già in questo day one. 4,6 milioni sono stati gli utenti che hanno provato la versione beta del gioco qualche settimana fa. Un numero enorme se consideriamo che alla versione beta potevano accedere soltanto gli utenti che avevano già acquistato il gioco e i loro amici più stretti (ogni utente che l’aveva comprato poteva dare il codice a soltanto altre due persone). Il che lascia intendere che i pre-order sono stati tantissimi. Secondo Activision hanno stabilito il record per la casa americana (e Activision di grandi giochi se ne intende visto che ha distribuito giochi come Skylanders, Transformers, The Amazing Spider-Man, Rome Total War e la serie di X-Men); 10 sono gli anni in cui Bungie aggiornerà il titolo, 500 sono i milioni spesi per realizzarlo. Probabilmente almeno il doppio saranno gli incassi che ci si attendono. Se sarà un successo lo sapremo solo tra qualche mese.

Leggi anche

Videogiochi 2018: se non ci hai giocato ancora, è il momento di farlo! Prima parte

Come abbiamo già trattao in altri articoli, il 2018 è stato un anno molto positivo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *