Quale Playstation 4 scegliere? Guida per gli indecisi

Contenuto dell'articolo

Se stai pensando di acquistare una PlayStation 4, probabilmente ti sarai accorto che esistono differenti versioni. Questo approfondimento è dedicato a tutti quelli che come te sono indecisi sulla scelta, per chiarire una volta per tutte le differenze tra i vari modelli della consolle di casa Sony.

Esistono sostanziali differenze per quanto riguarda i consumi, per la presenza della tecnologia 4K, per il supporto di USB 3.0 e 3.1, ma le caratteristiche che realmente interessano la maggior parte degli utenti sono altre.

Quale Playstation 4 scegliere: potenza e dimensioni dell’hard disk

In termini di potenza, la PlayStation 4 pro rappresenta l’acquisto più completo sia per le prestazioni che sono praticamente doppie rispetto alle varianti alternative, ma anche per il prezzo che è pari a circa 410 euro. I prezzi consigliati al pubblico per la versione Slim sono di 299 euro per quella con hard disk da 500 Giga e 349 euro per averlo grande il doppio, cioè 1 Tera.

Bisogna poi comprendere che tipo di giocatore sei: se acquisti pochi giochi all’anno o se comunque finisci e disinstalli un titolo prima di iniziarne un altro, in questo caso andrà benissimo il modello da 500 GB perché probabilmente non lo riempirai mai del tutto.

Se invece sei uno dei più fanatici collezionisti a cui piace alternare diversi giochi e generi durante la settimana, serve molto più spazio sul disco fisso, poiché i files di installazione sono ormai molto molto pesanti. Si tratta d’altra parte di un compromesso con la qualità sempre più elevata dei videogiochi domestici. In questo caso allora sarà decisamente più conveniente optare per la versione con il disco da 1 TB che si può trovare sia nella versione Fat, Slim e Pro .

Dimensioni e tasti meccanici: quale Playstation 4 scegliere

Qualsiasi sia il modello che andrai ad acquistare, il disco potrà essere sempre sostituito con uno nuovo, sia di tipo HDD che SSD.


Ci sono però due osservazioni: si tratta di una spesa extra e di un’operazione un po’ complessa. L’utente pigro che non vuole pensieri probabilmente sceglierà sin da subito l’hd più adatto alle proprie abitudini o deciderà di adeguare il proprio stile di gioco allo spazio disponibile. Tuttavia la casa produttrice ha lasciato liberi i consumatori di eventualmente modificare questo aspetto della consolle.

Dopo aver chiarito la potenza e lo spazio disponibile per i giochi, i modelli si distinguono per un’estetica più accattivante perché hanno un design leggero e compatto rispetto alla PlayStation 4 originale. Tuttavia le dimensioni non devono preoccupare più di tanto perché di solito queste consolle rimangono laddove vengono collocate all’inizio e non vengono trasportate da una stanza all’altra frequentemente.

Tutte le varianti hanno un alimentatore integrato e quello che serve per il collegamento sono semplicemente due cavi, quello di alimentazione e l’HDMI per lo schermo. Quando si vuole collocare la PlayStation bisogna individuare il posto adatto in maniera che la consolle non sia incastrata e soffocata tra muri e mobili e possa respirare e ricevere aria, in maniera che le ventole possono funzionare correttamente e raffreddare le componenti interne.

Fa inoltre attenzione alla versione di PlayStation 4 che acquisti perché inizialmente erano previsti solo tasti Power ed Eject a sfioramento ma in seguito tutte le varianti sono state dotate di tasti meccanici, in risposta alle lamentele di molti utenti che segnalavano un’esagerata sensibilità del touch. La scelta dei tasti meccanici quindi è molto importante da tenere in considerazione all’atto dell’acquisto.

Per quanto riguarda il prezzo è opportuno verificare sia on-line che nei negozi fisici i vari bundle a disposizione che si differenziano per le dimensioni del disco, la presenza di controller e di eventuali giochi inclusi.

Leggi anche

wii u playstation 4 xbox one

Risparmio energetico: Nintendo, Sony e Microsoft trovano l’accordo

Contenuto dell'articolo 1 L’accordo tra Nintendo, Sony e Microsoft1.1 La protesta degli ambientalisti Le case …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *